Blog

Allievi: uno 0 a 0 che profuma di Vittoria

Colpiti da due defezioni dell’ultimo momento, Domenica 7 Aprile i ragazzi di Mr Caponetto si presentano a Borsano in 10 e offrono una prestazione da ricordare.
Per nulla intimoriti dall’inferiorità numerica partono subito col piglio giusto e al 10′ vanno già vicino al goal con Salanitri che si libera bene in area su un calcio piazzato dalla tre quarti che Bettaieb mette in mezzo con i giri giusti: il difensore impatta però male e la palla esce a lato della porta avversaria.
I locali provano ad infilare la difesa bianco azzurra con dei lanci lunghi ma vanno ripetutamente in fuorigioco e le poche volte che riescono ad evitarlo trovano uno Zoni particolarmente attento nelle uscite.
Al 23′ un’altra occasione importante: Marino, che ha giocato al rientro dall’infortunio patito nella gara interna contro lo Sporting Cesate di domenica scorsa, guadagna un calcio di punizione dal limite, ma la conclusione di Bettaieb è fuori misura.
Sulla sinistra la coppia Bettaieb-Aloardi, oggi terzino, fa letteralmente impazzire la difesa avversaria guadagnando campo e proponendosi con continue sovrapposizioni.

Al 29′ è La Paglia a tentare la conclusione da dentro l’area ma il portiere avversario si fa trovare pronto e devia in calcio d’angolo.
A un minuto dalla fine del primo tempo la Borsanese va vicina al goal del vantaggio con un tiro dalla sinistra ma Zoni non si fa sorprendere e manda in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Caponetto è attento e libera di testa subito prima del fischio finale.
La ripresa vede gli ospiti sempre più reattivi e pericolosi.
Rappa, Marino e La Paglia in mezzo recuperano palloni su palloni allargando spesso il gioco sulla destra dove la facilità di corsa di Fonti mette in seria difficoltà i locali.
Proprio da un cross del terzino al 16′, arriva l’occasione più pericolosa: Napoli controlla al limite dell’area liberandosi del diretto avversario e calcia con violenza un pallone che finisce la sua corsa sulla traversa e sulla respinta il portiere riesce a far suo il pallone.
Al 23′ ancora Napoli riceve un bel pallida da La Paglia che lo recupera prestando alto il mediano avversario, il tiro viene deviato in corner dal portiere.
Negli ultimi 10 minuti la benzina però si esaurisce e la Speranza inizia a subire gli attacchi avversari che alzano il loro baricentro ma Zoni chiude la saracinesca e compie un paio di interventi prodigiosi.
Al 34′, nell’unica sbavatura difensiva, i locali trovano la rete ma l’arbitro annulla giustamente per fuorigioco.
Al 38′ Aloardi si incarica di calciare una punizione dai 25 metri ma la palla esce a lato.
Al 3′ di recupero l’ultimo brivido: Caponetto entra in scivolata su un recupero difensivo e devia in corner ma il direttore di gara non vede il tocco e assegna un calcio di punizione dal limite.
Il tiro però sorvola la traversa e l’arbitro fischia la fine.

Il commento del mister: “Pre gara strano, pieno di insicurezze e dimorralizzazione per jl fatto di dover affrontare tutta la gara in 10. Demoralizzazione che al fischio di inizio si è trasformata in cattiveria e piano piano in convinzione portandoci a dominare sotto tutti i punti di vista la partita per circa 60/70 minuti sia a livello territoriale che di occasioni. Per avere poi un calo fisiologico negli ultimi 10 min. dove comunque abbiamo difeso bene Senza abbasarci troppo.
Pareggio comunque che ci va stretto, una vittoria per quanto fatto dai ragazzi sarebbe stata il giusto premio. Sono comunque orgoglioso di quanto visto!! Questa si che è la mia squadra!!!! Sono strafelice di questo gruppo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *